Raffaele Iommi. Opere 1972-2022

Sabato 4 Giugno 2022 – Domenica 3 Luglio 2022

sede: Centro Studi Osvaldo Licini (Monte Vidon Corrado, Fermo).

Un lungo percorso creativo quello dell’artista sangiorgese Raffaele Iommi, articolato in diversi linguaggi espressivi, dalla pittura alla grafica, dalla scultura alla ceramica, dal design all’arte digitale; una costante sperimentazione materica e insieme una ricerca interiore alimentata da letture in ambito filosofico, letterario, antropologico. Questa complessa trama di suggestioni ha trovato una efficace, poetica sintesi in un originale vocabolario simbolico ed archetipico assolutamente identitario anche sul piano stilistico.

Il prezioso tessuto pittorico dei suoi dipinti è composto da icone variopinte armonizzate secondo un rigoroso criterio modulare. Sono graffiti primordiali, ideogrammi, arcani alfabeti, pittogrammi graficamente ordinati in scacchiere, incolonnati in forme totemiche o a comporre tanti dorsi di volumi riposti uno accanto all’altro in un’immaginaria libreria. Esposta anche la grafica in cui l’artista raggiunge esiti di straordinaria raffinatezza grazie ad una assidua sperimentazione che comprende l’acquaforte, l’acquatinta, la puntasecca, la xilografia e anche la maniera nera.

La forza totemica e insieme la spontaneità, la levità infantile caratterizzano anche il bestiario scultoreo di Iommi che comprende uccelli, gatti, ragni, arieti resi con impeccabile sintesi formale. Un repertorio ancora più ampio si trova nella ceramica: animali stilizzati, idoletti ibridi, curiosi Santi vessilliferi; e ancora stele decorate con i motivi dei dipinti, serie di iconici, apotropaici uccelli acefali, forgiati con una mirabile essenzialià.

Inaugurazione
sabato 4 giugno ore 18 c/o Teatro Comunale